«Donna, perché piangi?»

«Donna, perché piangi?»

Giovanni 20,11-1 Maria, invece, se ne stava fuori vicino al sepolcro a piangere. Mentre piangeva, si chinò a guardare dentro il sepolcro, ed ecco, vide due angeli, vestiti di bianco, seduti uno a capo e l’altro ai piedi, lì dov’era stato il corpo di Gesù. Ed essi le dissero: «Donna, perché piangi?» Ella rispose loro: «Perché hanno tolto il mio Signore e non so dove l’abbiano deposto». Detto questo, si voltò indietro e vide Gesù in piedi; ma non sapeva che fosse Gesù. Gesù le disse: «Donna, perché piangi? Chi cerchi?» Ella, pensando che fosse l’ortolano, gli disse: «Signore, se tu l’hai portato via, dimmi dove l’hai deposto, e io lo prenderò». Gesù le disse: «Maria!» Ella, voltatasi, gli disse in ebraico: «Rabbunì!» che vuol...

Un terreno da scavare

Un terreno da scavare

Mt 13, 44-46   Dal Vangelo secondo Matteo      In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli:   «Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo; un uomo lo trova e lo nasconde; poi va, pieno di gioia, vende tutti i suoi averi e compra quel campo.   Il regno dei cieli è simile anche a un mercante che va in cerca di perle preziose; trovata una perla di grande valore, va, vende tutti i suoi averi e la compra». Di questo brano mi colpisce molto il fatto che il tesoro, nascosto, trovato, e nuovamente nascosto, viene comprato con tutto il campo. Non è che questo uomo anonimo del vangelo può semplicemente estrarre il tesoro e andarsene. No, deve comprare tutto il campo per avere il tesoro. Chissà cosa nasconde tutto il resto di quel terreno. Mi fa pensare alla...

La Medicina della Misericordia

La Medicina della Misericordia

La voce di Papa Francesco risuona forte: «Prendete Misericordia, medicina per il cuore» e, con sorpresa dei fedeli riuniti in Piazza San Pietro il 17 novembre 2013, alla conclusione dell’Angelus il Papa fa distribuire ventimila scatolette contenenti un rosario. «Come mezzo di prevenzione si assume una volta al giorno» — recita la posologia — «e in casi urgenti si assume tante volte quante chiede la tua anima». Due anni prima dell’apertura del Giubileo Straordinario della Misericordia, Papa Francesco era già convinto che la misericordia fosse la cura più efficace per le malattie spirituali del nostro tempo. Anche san Giovanni XXIII l’aveva intuito nel suo discorso di apertura del Concilio Vaticano II: «Ora la Sposa di Cristo preferisce usare la medicina della...

il giardiniere

il giardiniere

«Guardate l’agricoltore: egli aspetta pazientemente il prezioso frutto della terra finché abbia ricevuto le piogge d’autunno e le piogge di primavera. Siate pazienti anche voi.» (Gc 5,7)     «ti amo.» partono due frecce, dritte nella carne promessa di vita e minaccia di morte.   ricevo i raggi del sole ma non li rispecchio perché io sono bella, ma bruna; assorbo quest’energia, mi brucia dentro incendia la foresta interiore e crea tronchi morti e nuovi spazi.   il giardiniere non si turba ma mette mano a quel suolo ancora caldo misto di ceneri, terra, calore, carne, passione, fertilità. con quella mano di infinita tenerezza tocca, afferra, scava, accarezza la sua terra trova casa.   lui attende, paziente come ogni uomo che lavora la terra...