Letteratura e vita

Letteratura e vita

Lodate il Signore perché è buono: perché eterna è la sua misericordia. Lodate il Dio degli dèi: perché eterna è la sua misericordia. Lodate il Signore dei signori: perché eterna è la sua misericordia. Egli solo ha compiuto meraviglie: perché eterna è la sua misericordia. Ha creato i cieli con sapienza: perché eterna è la sua misericordia. Ha stabilito la terra sulle acque: perché eterna è la sua misericordia. Ha fatto i grandi luminari: perché eterna è la sua misericordia. Il sole per regolare il giorno: perché eterna è la sua misericordia; la luna e le stelle per regolare la notte: perché eterna è la sua misericordia. Percosse l’Egitto nei suoi primogeniti: perché eterna è la sua misericordia. Da loro liberò Israele: perché eterna è la sua misericordia;...

Un mantello di misericordia inaspettato

Un mantello di misericordia inaspettato

Quando medito su un brano della Scrittura che parla dell’apostolo Pietro, mi posso immedesimare facilmente con la sua umanità. La Bibbia non nasconde i suoi dubbi, le sue fatiche, la sua audacia o i suoi difetti. Vediamo emergere tutto questo nell’incontro sorprendente con la grazia che viene descritto nel capitolo 10 degli Atti degli Apostoli. Apriamo i nostri cuori a ricevere questa Parola di Dio: Il giorno dopo, mentre essi erano per via e si avvicinavano alla città, Pietro salì verso mezzogiorno sulla terrazza a pregare. Gli venne fame e voleva prendere cibo. Ma mentre glielo preparavano, fu rapito in estasi. Vide il cielo aperto e un oggetto che discendeva come una tovaglia grande, calata a terra per i quattro capi. In essa c’era ogni sorta di...

Il Buon Pastore: Immagine viva del Padre misericordioso

Il Buon Pastore: Immagine viva del Padre misericordioso

Quando Gesù chiede, come fece con gli apostoli: «Voi, chi dite che io sia?» (Mt 16,15) devo dire che la mia risposta recentemente continua ad essere: «Tu sei il mio Buon Pastore». Io so che il Buon Pastore mi ha accompagnato passo dopo passo sin dal mio concepimento nel grembo materno. Il Salmo 22 è sempre stato uno dei miei preferiti, un luogo di rifugio in momenti di sofferenza e paura. Lo recito a memoria, sussurrandolo al mio cuore e alle sue orecchie ed è fonte di consolazione e di forza. Ma mai come in questo anno appena trascorso, con così tanta chiarezza Gesù si è rivelato a me, e io l’ho percepito, come il Buon Pastore. In questi mesi ho scoperto e apprezzato soprattutto due sue qualità, la tenerezza e la forza. Questo vero Dio e vero uomo che cammina...

Amare è dare

Amare è dare

«Consumare è vita» scrive Stirner, un filosofo anarchico. Se non osi e non ti consumi non potrai dare vita e sarai tristemente sterile come colui che ha sotterrato il talento (cfr. Mt 25,14-30). Diciamoci la verità: chi è che vuole consumarsi? Non vogliamo forse tutti trattenere la vita? A fitness e creme affidiamo il nostro futuro, perché perdere se stessi fa paura. «Non abbiamo tempo nemmeno di respirare!», si dice. Figuriamoci se possiamo trovare tempo da regalare a chi sta male. È vero che ogni tanto nasce nel cuore un desiderio di questo tipo: «Vado a trovare Luigi, il mio vicino di casa anziano e malato», ma poi tanti pensieri si mettono in fila a spintoni rivendicando a voce alta i loro diritti: «Sono stanca! … Devo cucinare … lui non mi è mai venuto...

La fame e la sete che ci uniscono

La fame e la sete che ci uniscono

Beato colui che si dà pensiero del povero (Salmo 40) Viviamo in una cultura dove se ho fame, mangio e se ho sete, trovo un lavandino o una fontana. In rare occasioni, non troviamo cibo o acqua: di solito, nel giro di pochi minuti, possiamo trovare il modo di soddisfare la nostra fame o la nostra sete. La maggior parte della popolazione mondiale non vive in questa maniera: 842 milioni di persone soffrono giornalmente di fame e 783 milioni non hanno accesso all’acqua potabile (Statistica dal Catholic Relief Services, 2013). Queste persone sentono la fame e devono sopportare questo stato fino al momento in cui possono trovare del cibo. A quel punto i morsi della fame potrebbero essere intollerabili. Una giovane donna ha condiviso la sua storia d’infanzia: Ho passato...

Il sacerdote e la misericordia

Il sacerdote e la misericordia

In un’intervista condotta dal direttore della Civiltà Cattolica Padre Antonio Spadaro, il Santo Padre Papa Francesco definisce se stesso come un peccatore guardato da Dio con misericordia. Questo lo può ben dire ogni sacerdote. La chiamata di Dio è misteriosa e al contempo certamente frutto di misericordia; chi oserebbe attribuirsene il merito e la dignità? Tutto nella vita del sacerdote parla di misericordia. La sua vocazione mira a produrre e moltiplicare misericordia. Quante volte abbiamo sentito dire che il sacerdote nel confessionale deve far fare l’esperienza della misericordia? È forse cambiato l’insegnamento della Chiesa dal momento che non si parla tanto della giustizia di Dio, né tanto meno della sua ira? Ho voluto quest’anno appositamente approfondire...