La sua mano sulla mia. La riconciliazione

La sua mano sulla mia.                       La riconciliazione

“Non fu facile quel giorno andarmi a confessare. Avevo allora ventidue anni e nonostante sia passato diverso tempo, lo ricordo ancora bene. Ero nel Santuario di Loreto. Mi stavo accostando a questo Sacramento, pronto a ricevere un rimprovero e un’umiliazione e mai avrei pensato che invece potessi ricevere un regalo. Mi sentivo solo, come se dovessi comparire davanti ad un giudice. Eppure non appena mi inginocchiai, il frate che mi aspettava nel confessionale, forse intuendo il mio disagio, mise la sua mano sopra la mia e non la lasciò per tutto il tempo della Confessione. Quel gesto mi fece sentire vicinanza e comprensione e mi incoraggiò ad aprirmi. Sentii come se i peccati confessati perdessero il loro potere sul mio cuore, e sperimentai al posto della...

L’Offertorio: “Hai mutato il mio lamento in danza”

L’Offertorio: “Hai mutato il mio lamento in danza”

Un po’ più di due anni fa, ho vissuto un’esperienza che mi ha fortemente segnata. E’ venuto a bussare alla mia porta fratello dolore, come direbbe San Francesco. Avevo da poco subito un intervenuto chirurgico abbastanza semplice, che sembrava esser andato bene, ma di fatto il mio corpo faticava a riprendersi. In quei giorni ho ricevuto una rara mail da una mia carissima amica dai tempi dell’università, Sarah, che condivideva il momento difficilissimo che stava vivendo. Sarah è sempre stata un esempio di una fede e speranza incrollabili ed è famosa per la sua gioia e senso di umorismo in ogni situazione. Sapendo questo, ho subito capito la gravità del suo stato interiore quando Sarah ha supplicato me e altre amiche a pregare per lei, perché la sua fede rischiava...

“Il MODO di Gesù”

“Il MODO di Gesù”

Avevo diciott’anni quando, in una fredda mattina di dicembre, entrai in una chiesa di Roma prima di andare a lezione. C’era una Messa che veniva celebrata ma non vi prestai particolare attenzione dato che ero entrata solo per trovare un luogo caldo dove poter aspettare. Erano passati appena pochi minuti quando una giovane donna, probabilmente sette o otto anni più grande di me, si avvicinò e iniziò a parlarmi. Rimasi subito colpita dal suo sguardo incredibilmente bello e profondo, anche se cercavo tra me e me di capire chi fosse e perché mi stesse parlando. Mi spiegò che era una ragazza consacrata che faceva parte di una nuova Comunità, le Apostole della Vita Interiore, e che la sua missione era quella di raggiungere i giovani e parlare con loro di Dio. Anche se...

“Perdere il volo: Una storia di Provvidenza”

“Perdere il volo: Una storia di Provvidenza”

Era una mattina di febbraio e Kalin e io eravamo all’aeroporto di Houston, in partenza per New York, per una conferenza a cui ero stata invitata a parlare. Al nostro gate, abbiamo cercato due posti per sederci in attesa del volo. Vicino a noi c’era un uomo con un cappello dell’università del Kansas, che anche Kalin aveva frequentato. Così abbiamo cominciato a chiacchierare con lui durante l’attesa, dicendogli che eravamo consacrate e appartenevamo ad una comunità religiosa. Alla fine gli abbiamo lasciato un depliant della comunità e abbiamo assicurato le nostre preghiere per lui e la sua famiglia. Tutto questo faceva pensare ad una giornata  come tante nella vita di un’Apostola della vita interiore, fino a che ci siamo avvicinate all’impiegata che controllava i ...

“Fate questo in memoria di Me”

“Fate questo in memoria di Me”

Gesù durante la sua ultima cena con gli apostoli ha pronunciato queste parole: “Fate questo in memoria di me”. Le ore successive a queste parole hanno cambiato tutta la storia dell’uomo. Proprio quella sera, quando gli amici stanno andando via, quando uno degli apostoli lo avrebbe tradito, un altro lo avrebbe rinnegato, proprio quella sera Gesù compie il più grande e misterioso dei prodigi: l’Istituzione dell’Eucarestia. Quando venne l’ora, prese posto a tavola e gli apostoli con lui , e disse loro: «Ho tanto desiderato mangiare questa Pasqua con voi, prima della mia passione, perché io vi dico: non la mangerò più, finché essa non si compia nel regno di Dio». E, ricevuto un calice, rese grazie e disse: «Prendetelo e fatelo passare tra voi, perché io vi dico: da...

“La logica del paradosso”

“La logica del paradosso”

«Ma io vi dico la verità: è bene per voi che io me ne vada, perché, se non me ne vado, non verrà a voi il Paraclito, se invece me ne vado, lo manderò a voi» (Gv 16,7). La fede cattolica, che paradosso! Nella Sacra Scrittura troviamo tanti brani dal contenuto simile a questo: «Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia, la troverà» (Mt 16,25). Come cattolici, inoltre, proclamiamo delle verità quali: «O felix culpa, quae talem ac tantum meruit habere Redemptorem» (Beata colpa, che meritò tale e così grande Redentore). Fede e ragione, corpo e anima, Scritture e Tradizione, grazia e natura; tutte queste cose sono delle verità della fede e tutte sono paradossi. In questo nuovo ciclo di meditazioni, dove...