Cuori giovani e giovani cuori

Cuori giovani e giovani cuori

Benvenuti nel blog delle Apostole della Vita Interiore. Qui potete esplorare, riflettere e commentare liberamente. Quest’anno il filo rosso delle meditazioni pubblicate qui  sarà ‹‹I giovani, la fede e il discernimento vocazionale››. Il Sinodo dei Vescovi dell’ottobre 2018  non avrebbe potuto avere un titolo più accattivante per le Apostole della Vita Interiore! Con tutti gli anni che abbiamo trascorso a contatto coi giovani e imparando da loro, non avremmo potuto lasciarci sfuggire questa occasione. Abbiamo così pensato di sfruttare l’Acqua Zampillante per  un percorso sulla giovinezza, che ne  metta in luce vari aspetti, le sfide e le opportunità. Vorremmo mostrare come la Parola di Dio incontri i giovani che si aprono alla sua chiamata e come anche gli...

Scelte audaci: Rischiare per il Signore

Scelte audaci: Rischiare per il Signore

Che cosa sceglieresti: un viaggio tranquillo su una nave, oppure un giro in kayak in un fiume di montagna? Prima di tentare una risposta a questa domanda, facciamo un passo indietro per ascoltare un invito da Papa Francesco, da una sua recente lettera ai giovani: «Non abbiate paura di ascoltare lo Spirito che vi suggerisce scelte audaci, non indugiate quando la coscienza vi chiede di rischiare per seguire il Maestro».[1] Rischiare non è sempre tanto attraente per noi. Una ricerca veloce della voce “rischio” nel dizionario ci fornisce delle connotazioni un po’ preoccupanti:   rischio ‹rì·schio› s.m. (pl. -chi) Eventualità di subire un danno: (ECON/COMM). L’eventualità di una perdita Se rischiare può essere così pericoloso, allora perché farlo? Perché lasciare...

Meditazioni quotidiane – 2017

Puoi ascoltare qui le meditazioni audio di Tiziana, con il commento al Vangelo del giorno. Un modo per riflettere e pregare durante la giornata, sulla Parola che il Signore ci offre  come conforto e luce  sul nostro cammino. Qui potrete trovare l’archivio 2016, e qui l’archivio 2015 Tiziana – 2017 01 02 – uniti al Figlio – 1 Gv 2,22-28 Tiziana – 2017 01 03 – Agnello di Dio – Gv 1, 29 Tiziana – 2017 01 04 – dove dimori – Gv 1,35-42 Tiziana – 2017 01 05 – abbiamo fiducia in Dio – 1 Gv 3,11-21 Tiziana – 2017 01 07 – confrontarsi con la guida spirituale – 1Gv 3,22-24 Tiziana – 2017 01 09 – mettere al centro Dio – Mc 1,14-20 Tiziana – 2017 01...

Appartenenza e Partecipazione. Giovani Aperti all’Incontro.

Appartenenza e Partecipazione. Giovani Aperti all’Incontro.

I due Discepoli di Giovanni Battista e gli Studenti del Texas Coinvolti nei processi di cambiamento e attivi nel fare il bene. Questo desiderano i giovani, più che essere recipienti passivi della formazione che diamo loro. Ricordo che quando Padre Salvatore, fondatore delle Apostole della Vita Interiore, mi insegnò come fare la meditazione quotidiana, mi chiese: ‹‹Hai qualche amica che sarebbe contenta di pregare così? Fatelo insieme, e anche lei imparerà››. Avevo sui vent’anni, e la fiducia di un sacerdote adulto mi incoraggiò, responsabilizzò ed entusiasmò al punto che raccolsi un gruppetto di amici cui condividere il tesoro ricevuto. Avere un compito, anche piccolo, parte di un solido progetto comune, rappresenta per un cuore giovane un’ occasione in cui...

«Donna, dove sono?»

«Donna, dove sono?»

  1 Gesù si avviò allora verso il monte degli Ulivi. 2 Ma all’alba si recò di nuovo nel tempio e tutto il popolo andava da lui ed egli, sedutosi, li ammaestrava. 3 Allora gli scribi e i farisei gli conducono una donna sorpresa in adulterio e, postala nel mezzo, 4 gli dicono: «Maestro, questa donna è stata sorpresa in flagrante adulterio. 5 Ora Mosè, nella Legge, ci ha comandato di lapidare donne come questa. Tu che ne dici?». 6 Questo dicevano per metterlo alla prova e per avere di che accusarlo. Ma Gesù, chinatosi, si mise a scrivere col dito per terra. 7 E siccome insistevano nell’interrogarlo, alzò il capo e disse loro: «Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei». 8 E chinatosi di nuovo, scriveva per terra. 9 Ma...

«Maestro, dove abiti?»

«Maestro, dove abiti?»

All’inizio del ministero pubblico di Gesù troviamo la domanda «Maestro, dove abiti?» pronunciato sulle labbra di due uomini desiderosi di avvicinarsi a colui che gli era stato indicato come “L’agnello di Dio” (Gv 1, 35-39). Il loro desiderio, nascosto nella domanda, li ha spinti a seguire il Signore ovunque vada.  Un eco di questa esperienza è stato vissuto anche dopo nell’ incontro di quei discepoli con il Risorto, mentre si stavano recando a Emmaus, i loro cuori ardevano perciò li chiesero di «stare con loro» (Lc 24, 13-35). Chi ha preso l’iniziativa in questi episodi? Non erano i discepoli, ma piuttosto è stato Gesù. Guardiamo il modo in cui Gesù suscita i desideri più profondi dei suoi discepoli e vediamo come vuole soddisfarli. Giovanni Battista entra in...

«Simone, mi ami tu?»

«Simone, mi ami tu?»

Giovanni 21,15-19 Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone di Giovanni, mi vuoi bene tu più di costoro?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Gli disse di nuovo: «Simone di Giovanni, mi vuoi bene?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pasci le mie pecorelle». Gli disse per la terza volta: «Simone di Giovanni, mi vuoi bene?». Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli dicesse: Mi vuoi bene? e gli disse: «Signore, tu sai tutto; tu sai che ti voglio bene». Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecorelle. In verità, in verità ti dico: quando eri più giovane ti cingevi la veste da solo, e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue...

«Quanti pani avete?»

«Quanti pani avete?»

«Quanti pani avete?». «Non abbastanza». «… Ma come fate a saperlo? Vi ho chiesto: quanti?» «Pochi, eccessivamente pochi». «Sì, ho capito, ma quanti?». «Sette». «Ecco, proprio sette me ne servono. Non per sfamare tutti, è chiaro, ma sette sono proprio quelli che mi servono. Perché io non sto per fare ciò che voi pensate, non si tratta di distribuire. Io sto per fare quello che voi non immaginate, e che non potete immaginare, perché non avete mai visto nulla di simile. I vostri sette pani mi servono per compiere un miracolo. Me li date?». E tu… Quante doti hai? Quante energie ti restano stasera? Quanto dolore hai accumulato? Quanta giovinezza ti rimane ancora? Quanta confusione hai in testa? Quanto tempo hai oggi? … Me lo dai? È quel che hai che...